CHI SIAMO

AZIONE UNIVERSITARIA (AU) è un'associazione studentesca universitaria che opera negli atenei di tutta Italia. L'associazione nasce ufficialmente nel 1996 allorquando, sulla scia della svolta che coinvolse il MSI, anche l’organizzazione studentesca nazionale FUAN (Fronte Universitario di Azione Nazionale) decide di cambiare il proprio nome in Azione Universitaria. Dalle esperienze del FUAN sorse pertanto una nuova associazione di studenti operante negli atenei italiani e rappresentante nelle nuove generazioni le idee, le istanze, i progetti e le proposte dell'allora Alleanza Nazionale.
Diffusa sull’intero territorio nazionale, Azione Universitaria ha sempre mantenuto comunque una organizzazione autonoma rispetto al partito di riferimento, ha propri rappresentanti nazionali, regionali e locali eletti negli organi accademici di tutti gli atenei d’Italia. Azione Universitaria è presente, inoltre, all’interno del Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari (CNSU) e del Consiglio Universitario Nazionale (CUN).

Il simbolo di Azione Universitaria è costituito da un libro e una feluca inscritti in una circonferenza tricolore.
Agli albori della tradizione universitaria italiana, la feluca rappresenta il copricapo distintivo dei "clerici vaganti", gli studenti erranti che si spostano di città in città per la Penisola, con lo scopo di completare il proprio corso di studi.
Con la nascita delle prime organizzazioni goliardiche, la feluca diventa un emblema ancor più significativo. Non indica più la semplice condizione di studente ma rappresenta uno stile di vita. I goliardi sono consapevoli dell'importanza della missione cui la vita universitaria li consacra: essere i custodi ed i dispensatori del sapere nel domani. L'ostentata irresponsabilità, lo stile di vita a dir poco disinvolto, il proverbiale gusto per l'umorismo pesante, l'insofferenza per le limitazioni di comportamento di qualsiasi tipo sono considerate una sorta di ironico contrappasso nel presente, per una così grande responsabilità nell'avvenire. Gli studenti universitari sono sempre stati avanguardia di ogni grande processo storico, ed è così che, durante la I Guerra d'indipendenza, presso Curtatone e Montanara, proprio un battaglione universitario (formato principalmente da napoletani) contribuisce in maniera determinante a scrivere una pagina di storia d'Italia: il 29 maggio 1848, un reggimento di "felucati" (con la punta del copricapo provvidamente tagliata, per poter meglio prendere la mira con il fucile), attestati in una postazione di scarsa rilevanza strategica e soverchiati nel numero, riescono a fermare gli Austriaci per una giornata, dando tempo all'esercito sabaudo di organizzare la controffensiva di Goito.
Proprio in virtù della grande forza ideale che esprime, la feluca viene inserita nell'emblema dei Gruppi Universitari Fascisti (GUF). Nel segno della continuità con la tradizione dell'Università italiana la feluca è scelta nel 1950 quale simbolo dell'organizzazione universitaria del MSI, il Fronte Universitario d'Azione Nazionale (FUAN), e dal 1994 diviene l'emblema di Azione Universitaria.
Il libro rappresenta il quotidiano impegno negli studi degli studenti universitari. La feluca rappresenta l'impegno civile degli studenti universitari nella società. La circonferenza tricolore rappresenta un chiaro riferimento all'Italia ed ai valori dell'identità nazionale.